Il fotovoltaico conviene? Analizziamo i costi!

Il fotovoltaico conviene?  Analizziamo i costi!

Spesso si parla di impianto fotovoltaico, di energie rinnovabili e di risparmio sui consumi: argomenti cari a tutti noi, e soprattutto ai nostri portafogli. Trovare fonti di energia alternative e metodi per riscaldare e alimentare le nostre case in maniera efficiente ed economica è infatti nell’interesse di tutti.
Tuttavia, quando si passa dalla teoria alla pratica, è difficile prendere una decisione accorta, specialmente quando non si hanno competenze specifiche: capita così di scoraggiarsi di fronte a dettagli tecnici, numeri e a un’offerta non sempre facile da comprendere. E così, perdiamo la possibilità di dotarci di un impianto utile e vantaggioso come il fotovoltaico.
Ci siamo attivati e siamo andati a chiedere maggiori informazioni a VeronaConsulting, uno degli studi di consulenza tecnica e ingegneria per l’energia migliori del territorio.
VeronaConsulting è attiva da anni nel settore energetico e nella produzione da fonti rinnovabili, e ha all’attivo grossi progetti in tutto il nord Italia.
Ne parliamo con Mario Grasso, ingegnere e titolare di VeronaConsulting

D: Buongiorno Mario, partiamo dalla domanda che probabilmente ti verrà rivolta più spesso: Quali sono i costi reali di un fotovoltaico, e quali i costi di manutenzione?
R: Il costo del fotovoltaico è, ovviamente, legato alla potenza installata, dal sito di installazione e dalla qualità dell'impianto. In genere i tagli più richiesti sono i 3/4/6 kWp (monofase) mentre sul commerciale vanno i 10/20 kWp. La sigla kWp sta per KilowattPicco, ovvero la potenza teorica massima producibile da un generatore elettrico. Ecco il primo punto da chiarire: non bisogna confondere la potenza installata con la potenza disponibile. Il contatore ENEL di casa fornisce un 3 kWp di potenza (3,3 poi salta) mentre per il fotovoltaico la potenza serve solo per indicare la potenza massima raggiungibile. Più il fotovoltaico è potente più produrrà kWh.

Quindi un appartamento che consuma tanto potrà avere bisogno di un 4 kWp fotovoltaico, mentre una villetta che consuma poco potrebbe avere bisogno di un 3 kWp. Per fare la scelta migliore è importante definire i consumi necessari, e decidere in base a questi ultimi.

D: Quanta energia produce un impianto a Verona?

R: A Verona 1 kWp fotovoltaico a SUD produce circa 1200/1350 kWh anno.

Da cosa dipende?
I pannelli sono tutti al silicio, monocristallino (qualità) e policristallino (seconda scelta). Lo stesso impianto da 3kWp produce e costa in base alla qualità e al numero di pannelli. Il prezzo varia di conseguenza e diminuiscono all’aumentare della potenza installata. Facciamo degli esempi:

Un’impianto policristallino 3 kWp da 12 moduli fotovoltaici, del costo di 6600 Euro,  produce all’incirca 3600kWh all’anno ( prodotto italiano o cinese, 25 anni di garanzia solo sulla produzione).
Un impianto monocristallino da 11 moduli fotovoltaici, del costo di 7000 euro produce 3800 kWh ( prodotto tedesco, 25 anni di garanzia solo sulla produzione).
Infine un impianto SunPower da 9 moduli produce 4050 kWh al costo di 7700 Euro ( prodotto americano, 25 anni di garanzia sulla produzione e sul prodotto).

Com’è possibile vedere, all’aumentare della qualità si riesce a produrre più energia con meno moduli e con costi relativamente più alti: per questo è importante rivolgersi a dei professionisti che possano consigliare la soluzione più adeguata alle proprie esigenze.
 
Gli impianti fotovoltaici, infine, non richiedono alcun tipo di manutenzione particolare, eccezion fatta per la pulizia dei pannelli.

D: Conviene a tutti installare un impianto fotovoltaico?

R: Conviene a chi consuma elettricità. In linea di principio, una bolletta di 100 Euro bimestrali potrebbe essere il limite minimo al di sotto della quale non si riesce ad ammortare la spesa in tempi utili.

D: Il fotovoltaico è efficace anche in zone così a nord come il Veneto?
R: Basti pensare agli impianti realizzati in Germania e in Danimarca, paesi che hanno in programma di passare completamente alle energie rinnovabili entro il 2050. In Danimarca hanno compreso che una risorsa illimitata come l’energia solare, che permette di produrre energia per 25/30 anni, con una decadenza garantita inferiore al 0,6% annuo, va sfruttata. Come in molti altri campi, il tempo di rientro è commisurato al consumo che se ne fa. Per un medio consumo, nelle nostre zone, è di 6 anni. Se si è forti consumatori, anche in 4 anni.

D: Come posso risparmiare usando gli incentivi fiscali?
R: Il governo e le politiche europee negli ultimi anni hanno offerto diversi incentivi per agevolare il passaggio a forme di energia sostenibili come il fotovoltaico e per tutti i lavori che concorrono a migliorare l’efficienza energetica e quindi combattere i consumi. La stessa introduzione della Classe Energetica (il certificato energetico APE) introdotto nel 2009, è un chiaro segno dell’impegno rivolto a sostegno dell’ambiente. Al momento la detrazione fiscale è 50% sull'intera spesa (iva compresa) in 10 anni (quindi il 5% di detrazione all'anno per 10 anni)

D: Il fotovoltaico è solo un modo per risparmiare o esistono altri motivi per cui è opportuno avere un impianto di questo genere?
R: Alla maggiore potenza disponibile in casa (infatti la corrente prodotta dal fotovoltaico si somma con la potenza disponibile al contatore Enel: si ha quindi la possibilità di accendere più elettrodomestici contemporaneamente) si aggiunge anche la valorizzazione del proprio immobile, che acquisisce maggior valore soprattutto se soggetto a un progetto di efficientazione energetica. Non ultimo, infine, il rispetto per l’ambiente: l’utilizzo dell’energia solare è pulito, libero da emissioni nocive e completamente rinnovabile.

D: Uno dei maggiori timori, quando si valuta l’installazione di un impianto fotovoltaico, è di non riuscire ad ammortizzare la spesa, o di ammortizzarla solo quando l’impianto è ormai obsoleto e quindi di avere un vantaggio economico relativo. È vero?
R: Il problema si poneva forse una volta. Considerando l’efficienza energetica dei nuovi impianti, il costo ridotto e gli aumenti dei prezzi della corrente, abbiamo calcolato che un impianto casalingo si ripaga in sei anni. Gli impianti di ultima generazione sono garanti fino a 25 anni, e la perdita di efficienza è di poco più del 12% per un impianto a fine vita, pertanto no, direi che il fotovoltaico è una scelta piuttosto vantaggiosa e ammortizzabile in tempi relativamente brevi.

D: Che fine fa la corrente che non utilizzo?
R: La corrente che non viene autoconsumata viene immessa in rete; Enel si comporta come una gigantesca batteria, e fine anno l’energia in eccesso viene conguagliata e retribuita. In ogni caso conviene consumare la propria corrente, perché la retribuzione è bassa. Ecco perché è fondamentale rivolgersi a dei professionisti che progettino un impianto fotovoltaico commisurato alle proprie esigenze e che non sia sovradimensionato.

D: Esistono altri mezzi per migliorare l’efficienza energetica di un edificio, in alternativa o in sostituzione di un impianto fotovoltaico?
R: L’efficienza energetica di un edificio dipende da molti fattori, molti dei quali possono essere migliorati attraverso interventi specifici. L’isolamento termico esterno e la sostituzione degli infissi sono i più conosciuti, ma un’analisi più accurata che permetta di ridurre i ponti termici, ovvero delle zone della casa che sono più fredde a causa della conformazione strutturale della stanza (ad esempio gli angoli). Altri metodi per riscaldare o raffreddare la casa in maniera ottimale e con riduzione del consumo di combustibili fossili sono rappresentati dalle pompe di calore ACS e dagli impianti geotermici.
Quanto all’elettricità, l’età dell’impianto e il tipo di illuminazione usata (incandescenza, led o fluorescenza) influiscono molto sui consumi, così come l’utilizzo di elettrodomestici obsoleti e non efficienti.

Ringraziamo Mario Grasso, di VeronaConsulting per le preziose informazioni sulle possibilità del fotovoltaico a Verona.


Vuoi ricevere informazioni gratuite su quanto puoi risparmiare installando un impianto fotovoltaico?
Compila il form qui sotto. Entro 24 ore riceverai la risposta.

Contatti

Cliccando su "Contatta" accetti la nostra Privacy Policy